Agriturismo Antica Sosta Pescia Romana - Home
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

HOME > Itinerari vicino all'agriturismo

 

DA VEDERE

Soggiornando presso il nostro agriturismo agricampeggio di Pescia Romana avrete davvero l’imbarazzo della scelta quanto ad escursioni e luoghi da vedere.
Pescia Romana, infatti, si trova immersa in un territorio ricco di storia, arte e natura; base di partenza per escursioni giornaliere in vicine località di interesse storico archeologico naturalistico tra cui: le zone archeologiche di Vulci, Tarquinia, Tuscania, la zona termale di Saturnia, e i centri medievali di Pitigliano, Sovana e Sorano, a soli 5 Km il famoso “Giardino di Tarocchi” e l’oasi WWF di Burano.

Vulci

Vulci Il parco archeologico naturalistico di Vulci è davvero qualcosa di unico nel suo genere. Al suo interno, infatti è possibile ammirare gli scavi archeologici dell’antica necropoli etrusco romana, le tombe etrusche i reperti del museo archeologico; e ancora è possibile ammirare il grande canyon formato dallo scorrimento delle acque del fiume Fiora, la rigogliosa vegetazione lungo il fiume e la flora e la fauna che qui, in modo del tutto spontaneo, tende ad essere particolarmente ricca.

Il parco archeologico naturalistico di Vulci può essere visitato attraverso tre diversi percorsi, di lunghezza differente, che si snodano attraverso gli scavi e il Laghetto del Pellicone.
A breve distanza, è possibile raggiungere in auto il suggestivo Ponte della Badia ed il Museo Nazionale Archeologico del Castello della Badia, oltre alla Necropoli Orientale, con la Tomba François, la Tomba delle Iscrizioni ed il Tumulo della Cuccumella (per visitare le tombe è necessaria la guida da prenotare anticipatamente). www.vulci.it

Il Giardino di Tarocchi

Giardino dei tarocchi Situato a Garavicchio, frazione di Capalbio (a pochi chilometri da Pescia Romana) il Giardino dei Tarocchi è stato ideato e realizzato da Niki De Saint Phalle (1930 - 2002) artista di origini franco-statunitensi grazie anche al contributo dello scultore-saldatore Jean Tinguely, suo marito.
La costruzione del Giardino di Tarocchi è iniziata nel 1979 ed ha impegnato gli artisti un paio di decenni; si ispira al parco Güell di Barcellona del celebre Gaudi e al Parco dei mostri di Bomarzo (VT). Il parco è aperto al pubblico a partire dal 1998.
Il Giardino di Tarocchi, come dice il nome stesso, si ispira ai 22 arcani maggiori dei Tarocchi rappresentati attraverso scultura colorate ed imponenti (alcune raggiungono l’altezza di 15 metri e sono addirittura abitabili!) ricoperte di ceramiche policrome, mosaici di specchio, vetri pregiati.

Saturnia

Terme di Saturnia Nota per le sue sorgenti termali spontanee presso le cascate del Gorello (o del Mulino), e per il suo stabilimento termale, Saturnia è immersa nel territorio incontaminato della maremma Toscana. A breve distanza le rinomate zone di mare dell'Argentario, Porto Ercole, Castiglione della Pescaia e il Monte Amiata, meta di visitatori in inverno come in estate.

L'Argentario

Argentario Località tra le più rinomate del litorale toscano, oggi è un alto promontorio roccioso sovrastato dal Monte Telegrafo. Originariamente l'Argentario nasce come isola, ma nel corso del tempo l’azione delle correnti marine e di quelle del Fiume Albegna hanno unito l'isola alla terra ferma, dando vita allo stesso tempo alla Laguna di Orbetello.
La sua costa è caratterizzata da golfi, stupende baie e minuscole isole ed isolotti. Il panorama è impreziosito dalla vista dell’isole del Giglio, di Giannutri, Capraia, Montecristo, Pianosa e Gorgona.
Una visita all’Argentario dovrebbe comprendere il percorso ad anello, sterrato in alcuni punti, che corre intorno al Monte Argentario permettendo al turista di apprezzare i panorami mozzafiato fatti di piccole spiagge e suggestivi scorci; e naturalmente i tre porti Port'Ercole, Porto S. Stefano e Cala Galera da cui gli amanti del mare non possono prescindere, cui si sommano le varie possibilità culturali, sportive, naturalistiche e di svago che l’Argentario offre.

Approfondisci l'argomento su AGRIBB "Al mare all'Argentario"

Palazzo Papale (Viterbo)

Palazzo dei Papi a Viterbo Monumento di stile gotico tra i più importanti della città , fu eretto nella seconda metà del XIII sec., quando la curia pontificia si trasferì a Viterbo da Roma.
La facciata del Palazzo opposta alla piazza sovrasta a strapiombo la Valle Faul, offrendo uno scorcio particolarmente suggestivo al tramonto. Il lato che si affaccia sulla Piazza del Duomo è ornato da sei finestre bifore e comprende la Sala del Conclave. Dall’elegante loggia (detta Loggia delle Benedizioni) ornata con una fontana del XV sec. si gode di uno splendido affaccio sulla Valle di Faul. Originariamente la loggia era coperta da un tetto; questo crollò assieme ad alcuni archi che la sorreggevano nel 1325, lasciando alla loggia l’aspetto attuale a cielo aperto.

Quartiere di S. Pellegrino (Viterbo)

Quartiere medievale San Pellegrino a Viterbo Splendido esempio di quartiere medievale tra meglio conservati in Italia, San Pellegrino mantiene intatto tutto il suo fascino duecentesco. Innamoratevi delle sue piazzette adornate con fontane, dei vicoli e viuzze, delle torri, degli archi e dei caratteristici profferli (scale esterne delle abitazioni) ed immergetevi nella sua atmosfera. Ogni anno, in primavera, presso il Quartiere S. Pellegrino si svolge la manifestazione di “San Pellegrino in Fiore”: il quartiere viene ornato da stupende istallazioni floreali e da giochi d’acqua che rendono questo luogo ancor più suggestivo.

Tarquinia

Tarquinia - Necropoli La storia di Tarquinia, città madre dell’Etruria, si identifica con quella del Popolo etrusco. L’atto stesso della sua fondazione effettuata dal mitico Tarconte (da cui Tarchna) fu reso sacro dalla prodigiosa apparizione del fanciullo Tagete nato dalle zolle di Tarquinia. Da non perdere a Tarquinia, il suo centro storico, ricco di torri e nobili palazzi; il Museo Nazionale Etrusco – ospitato presso lo storico Palazzo Vitelleschi – in cui sono conservati i reperti rinvenuti nella vicina Necropoli di Monterozzi; la necropoli stessa con le sue 150 tombe etrusche affrescate con scene di vita quotidiana o episodi mitologici; la Chiesa di santa Maria di Castello, in stile romanico, la Chiesa di santa Maria Valverde, risalente al XIII secolo, con la sua Madonna bizantina.

  Offerte per vacanze al mare a Pescia Romana

Alloggi in agriturismo al mare a Pescia Romana

Ristorante al mare a Pescia Romana

Campeggio ed area sosta camper
 
Azienda Agricola Agrituristica LA SOSTA di Mariacristina Chiaranda
Strada del Tirreno n. 67
01014 Pescia Romana
Montalto di Castro (VT)
Codice Fiscale CHRMCR74R66E202O
Partita IVA 01669250563
Numero REA VT 120224
Privacy e note legali

Realizzazione siti